DOMENICO SEBASTIANELLI, Consulente ed enologo, (BN)

La prima cosa che si nota è il silenzio che regna in laboratorio mentre lo strumento effettua le analisi tranquillamente.
Molto utili i dati sul colore, soprattutto i CIELab, che non tutti i tecnici usano ma che danno molte più informazioni rispetto alle classiche tre lunghezze d’onda.