Esiste l’analizzatore enzimatico per le piccole e medie cantine?

COME SCEGLIERE LA SOLUZIONE PIù ADATTA ALLE TUE NECESSITà

 L’evoluzione degli analizzatori enzimatici manuali

 

Se il proprietario di un’azienda vitivinicola di piccole o media dimensioni che vuole svolgere una parte delle analisi di controllo su mosto e vino in autonomia e direttamente in cantina, quali strumenti può trovare sul mercato realmente adatti alle sue esigenze e adatte alla sua realtà?   

Nel panorama italiano più dell’86% delle aziende vitivinicole sono di piccole o medie dimensioni, magari famigliari. Poche persone si occupano di tante mansioni e non sempre si ha il tempo di dedicare l’attenzione che si vorrebbe ad ogni aspetto della produzione.

Abbiamo avuto la possibilità di parlare con tanti proprietari di queste aziende a fiere di settore, sia tecniche che “mercati” enoici, direttamente nelle loro cantine o semplicemente al telefono.

Uno degli aspetto più importanti emersi durante le nostre chiacchierate riguarda in particolare la difficoltà nel valutare quali sono le  soluzioni tecnologiche e strumentali più adatte al controllo del mosto e del vino direttamente in cantina che rappresentano il miglior compromesso tra esigenze analitiche e praticità di gestione. 

In effetti, tanti degli strumenti di analisi sul mercato trai i quali una cantina può scegliere sono stati pensati e progettati per aziende vitivinicole di grandi dimensioni e devono essere gestiti da personale preparato e/o specializzato in ambienti dedicati ad uso laboratorio.

Con questo articolo vogliamo aiutare i proprietari di piccole e medie aziende a scegliere nel modo migliore e consapevole lo strumento per la propria cantina. Ci concentriamo in particolare su strumenti di analisi multi-parametrici MANUALI, che permettono di controllare in autonomia l’APA sui mosti, gli zuccheri a fine fermentazione, l’andamento della malo-lattica, l’acidità volatile, ecc. Non ci occupiamo quindi di strumenti tradizionali (titolatori, pH-metri, ecc.) che permettono di controllare uno o al più due/tre parametri, per i quali la scelta è molto più ampia e meno “complessa”.

—–CONTINUA A LEGGERE DA DOVE HAI INTERROTTO—–

SE TI INTERESSA APPROFONDIRE L’ARGOMENTO SCARICA LA GUIDA “Analizzatori enzimatici per la piccola e media cantina”






    In generale, le due tecnologie principali tra le quali scegliere per gli strumenti multi-parametrici sono le seguenti.

    1. Strumenti a tecnologia FT-IR
    2. Strumenti Enzimatici:
      1. analizzatori automatici
      2. analizzatori manuali

    Strumenti non adatti alla piccola e media cantina

    Tutti gli strumenti basati sulla tecnologia FT-IR richiedono tarature ad hoc controllate periodicamente. Questo lavoro di taratura e controllo va svolto da personale preparato, ragione per cui la scelta di questa soluzione è più adatta per aziende strutturate. La tecnologia FT-IR è sicuramente la miglior soluzione se la tua esigenza principale è quella di avere molto spesso, anche tutti i giorni e più volte al giorno, uno screening molto rapido di più parametri.

    Al contrario della tecnologia FT-IR, gli strumenti enzimatici basano l’analisi di ogni parametro su una reazione chimica ben specifica e selettiva, che rende il risultato dell’analisi più accurato e preciso (per diversi parametri l’OIV ha scelto l’analisi Enzimatica come metodo di riferimento).

    Tra questi, gli analizzatori enzimatici automatici sono progettati per lavorare con continuità, quindi per aziende che hanno bisogno di analizzare un elevato numero di campioni (dai 120 ai 400 campioni/ora). Inoltre, gli analizzatori automatici devono essere preparati e settati prima di svolgere le analisi, richiedono una manutenzione periodica molto accurata, nonché la sostituzione di alcune parti meccaniche che si usurano nel tempo.

    Qui trovi un approfondimento su problemi che una cantina di piccole o medie dimensioni potrebbe avere se sceglie lo strumento “sbagliato”: clicca qui.

    Strumenti adatti alla piccola e media cantina

    La categoria di strumenti multi-parametrici tra i quali il proprietario di una cantina di piccole e medie dimensioni dovrebbe scegliere è quella degli analizzatori enzimatici manuali.

    Gli enzimatici manuali, come dice la parola stessa, richiedono alcune operazioni manuali per realizzare l’analisi, ma in genere richiedono meno competenze di laboratorio a chi li utilizza e poca manutenzione.

    Ma ci sono comunque molti aspetti dei quali tenere conto per scegliere tra gli analizzatori enzimatici manuali quello più adatto alle proprie specifiche esigenze.

    Il documento che puoi scaricare compilando il form tratta nel dettaglio ogni aspetto al quale bisogna prestare la giusta attenzione, con riferimenti specifici alle attuali soluzioni di mercato, come ad esempio:

    • difficoltà delle operazioni manuali;
    • gestione richiesta dalla strumentazione;
    • scalabilità della soluzione scelta;  
    • supporto fornito all’utilizzatore;
    • gestione dei risultati;
    • prospettiva di obsolescenza.

    Se ti interessa approfondire l’argomento scarica la Guida

     “Analizzatori enzimatici per la piccola e media cantina ”






      Privacy Preferences
      When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.