Select your language
Follow us:
DNAPhone s.r.l.

Viale Mentana 150, I-43121 Parma [IT]
P.Iva 02731440349

info@dnaphone.it

Uffici e Laboratori
Dipartimento di Ingegneria e Architettura Università di Parma, Area Parco delle Scienze 181/A, – 43121 Parma (IT)

16 Mag WeLab&WeMap: inizia la raccolta dei campioni

Giovedì 10 e Venerdì 11 maggio è iniziata la raccolta dei campioni d’acqua necessari allo sviluppo del progetto Welab&Wemap. Gli studenti delle classi 3a Abs (articolazione biotecnologie sanitarie) e 3a Aba (articolazione biotecnologie ambientali) dell’ITIS Leonardo da Vinci si sono recati in diversi punti del torrente Parma per dare avvio al progetto.

Assieme a loro il prof. Marco Bartoli e la PhD Erica Racchetti dell’Università di Parma, Dipartimento di Scienze chimiche, della vita e della sostenibilità ambientale, il PhD Alessandro Candiani, CEO di DNAPhone, il dott. Alessandro Catellani della cooperativa sociale Gruppo Scuola ed un gruppo di studenti del Distretto del Cinema per la realizzazione di un docufilm.

Sono stati analizzati i campioni prelevati alla foce del Parma e presso i ponti Verdi e Dattaro in città, del torrente Baganza presso il ponte di via Po e del Cinghio in Via Cimabue, oltre a campioni prelevati ai fontanili di Viarolo e alla lanca Parma morta a Mezzani.

Prende così il via WeLab & WeMap, un progetto di service learning ambientale che coinvolge 35 Istituti scolastici di Parma e provincia. Il progetto, realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariparma, nell’ambito del bando dedicato all’Innovazione Didattica, è stato promosso dal Liceo Attilio Bertolucci in qualità di capofila della rete delle scuole, in collaborazione con l’Università di Parma, e le Officine ON/OFF.

Il progetto avrà l’obiettivo di analizzare e monitorare la qualità delle acque di fiumi, e ruscelli, zone umide e pozzi della Provincia di Parma. Le scuole diventeranno le vere sentinelle delle vie d’acqua, adottandone dei tratti, analizzandoli e mappandone la qualità. Gli studenti, per lo svolgimento del progetto, si avvarranno della tecnologia innovativa progettata e realizzata da DNAPhone srl: lo strumento didattico We-Lab, un fotometro e microscopio portatile che interfacciandosi con il tablet e lo smartphone permette di svolgere misure di laboratorio in campo.

Leggi l’articolo della Gazzetta di Parma

Share post: